KARLIJN LANGENDIJK “LUNA”

KARLIJN LANGENDIJK “LUNA”

KARLIJN LANGENDIJK “LUNA”

Acoustic Music Records EP, 2017

di Alessandro Nobis

Quattro brani sono il contenuto di “Luna”, esordio discografico solista di questa promettente (molto promettente) chitarrista olandese. Ventidue anni, appena diplomata al Conservatorio di Utrecht, un disco in duo con Tim Urbanus pubblicato nello 015 e numerosi concerti fuori dal suo Paese con molti apprezzamenti. Suona la chitarra classica con un brillante e preciso – non c’è una nota in più o in meno di quello che necessita –  stile fingerpickin’ e soprattutto – cosa che mi delizia – ha una buonissima capacità di scrittura; due dei quattro contenuti in questo Ep “Luna” sono infatti di suo pugno, uno è una “inaspettata” quanto travolgente, bella e sincera interpretazione di “Beat It”, composta da ……………….. beh questo lo sapete.Front

Bellissima la ninna nanna (composta da Billy Joel) “Lullabye”, introspettiva “Luna”, ipnotica “Triangulum”; è senz’altro musica dal grande impatto e fascino e di piacevolissimo ascolto che fa intravedere già un futuro luminoso per questa strumentista olandese, così giovanissima e già sulle tracce della – per me – straordinaria chitarrista compositrice magiara Zsofia Boros, una delle recenti scoperte dall’impareggiabile di Manfred Eicher patron dell’ECM.

Ora naturalmente l’attendiamo al più presto “al varco” di un lavoro più sostanzioso, in temini di lunghezza ovviamente, la “sostanza” qui c’è ed emerge ad ogni nota.

 

 

 

Annunci