DALLA PICCIONAIA: WILLIAM KENNEDY PIPING FESTIVAL 2021

DALLA PICCIONAIA: WILLIAM KENNEDY PIPING FESTIVAL 2021

WILLIAM KENNEDY PIPING FESTIVAL 2021

Armagh, Co. Armagh, Ireland 18 – 21 novembre 2021

di alessandro nobis

The William Kennedy Piping Festival returns!”: così inizia il comunicato stampa che annuncia il ritorno del festival dedicato al suono delle cornamuse più importante e più “vecchio” del mondo, visto che questa è la sua ventisettesima edizione. Il Covid-19 ha impedito di realizzare l’edizione 2020 ma l’Armagh Pipers Club ha cercato con tutti mezzi di dare al Festival una sorta di ri-partenza, quasi un nuovo inizio con una edizione limitata rispetto a quelle degli anni precedenti soprattutto per le difficoltà ad ospitare musicisti provenienti da Europa ed altri continenti. Limitata dicevo solamente sotto solo questo aspetto, perché anche quest’anno, dal 18 al 21 novembre gli appuntamenti sono di grande livello sia per ciò che riguarda il fondamentale aspetto didattico, e sappiamo che questa è una delle mission dell’Armagh Pipers Club, che concertistico.

Dal ’94 i migliori pipers sono passati dal Festival e quest’anno con le limitazioni sanitarie l’attenzione è stata intelligentemente rivolta ai cornamusisti irlandesi con qualche eccezione dalla vicina Scozia, dalle Asturie ispaniche e dalla Francia.

Il via sarà venerdì 19, alle 18:00 presso la sede del Club, con una comunicazione di Louise Mulchany sul ruolo delle donne “pipers” nei secoli XVIII° e XIX° al quale seguirà alle 20:00 nella Chiesta Presbiteriana il primo dei tre concerti previsti i cui protagonisti saranno lo scozzese Mike Katz, con un passato nella leggendaria Battlefield Band, José Manuel Tejedor, Pádraig McGovern dalla Contea di Leitrim e lo straordinario duo formato dall’arpista Laoise Kelly e dal piper Tiarnán Ó Duinnchinn che già nell’edizione del 2016 avevano presentato il bellissimo primo loro lavoro in duo (https://ildiapasonblog.wordpress.com/2017/01/13/laoise-kelly-tiarnan-o-duinnchinn-ar-lorg-na-laochra/).

Sabato 20 alle 17:00, nella stessa Chiesa Presbiteriana di Armagh concerto del Goodman Trio (Mick O’Brien, Emer Mayock & Aoife Ní Bhriain), dei francesci Morvan (Sébastien Lagrange & Quentin Millet), la cantante Diane Cannon proveinente dall’area gaelica del Donegal ed infine Alana MacInnes, piper originaria dell’Isola di Uist nelle Ebridi Esterne.

L’ultimo degli appuntamenti musicali di questa edizione si terrà domenica 21 alle 15:30 all’Armagh City Hotel: a chiudere ancora straordinari musicisti come Louise Mulchany, Cillian Vallely dei Lunasa ed il dublinese Mikie Smyth; a chiusura lo straordinario ensemble dell’Armagh Pipers Club e ospiti, mi piace immaginare e sono convinto sarà così.

Oltre la musica da ascolto, come da copione presso la sede del club, numerosi workshop sul canto tradizionale, sull’arpa irlandese, sull’accordeon e sul canto tradizionale tenuti dagli stesso prestigiosi musicisti ospiti del festival e soprattutto la “WKPF Piping Academy” (che si terrà all’Armagh Hotel) , corsi di perfezionamento per i pipers i cui insegnanti saranno Padraig McGovern, Tiarnán Ó Duinnchinn, Cillian Vallely, Emer Mayock, Louise Mulcahy, Mick O’Brien & Mikie Smyth.

Peccato che, a parte la necessità di esibire il passaporto per passare il confine, le non restrizioni sanitarie varate dal governo di B.J. non diano sicurezze sufficienti – e non ci saranno ad esempio le consuete session nei pubs di Armagh per le notizie in mio possesso –,  quindi quest’anno non saremo della partita; un vero peccato perchè il programma è proprio interessante.

www.wkpf.org.