DALLA PICCIONAIA: INTERNATIONAL UILLEANN PIPING DAY

“Parma, 6 novembre 2021”

di alessandro nobis

Il 6 novembre verso l’imbrunire e ovunque vi troviate sentirete uno strano “rumore” nell’aria, un suono che molti di voi non avranno mai sentito e che imputerete all’inquinamento acustico: non c’è di che preoccuparsi, è che in quel giorno i suonatori di cornamuse irlandesi di tutto il mondo si metteranno comodi sulla loro sedia preferita e suoneranno slow airs, jigs, reels, hornpipes e quant’altro appartenga al repertorio di questo straordinario strumento che identifica più dell’arpa la tradizione musicale d’Irlanda e che vanta appassionati musicisti, ed altrettanti uditori, in tutto il pianeta tanto da essere inserita nel patrimonio UNESCO. In Spagna, ad esempio, la “Asociación Ibérica de la Gaita Irlandesa” organizza l’evento a Bajo in Galizia, come altri gruppi lo organizzano a Porto Rico, Valencia, in Australia, negli Stati Uniti, in Indonesia, Cile e Argentina per fare solo alcuni esempi e naturalmente in prima fila c’è l’Irlanda con il Na Píobairí Uilleann International Uilleann Piping di Dublino che promuove e patrocinia questo importante avvenimento..

Anche l’Italia vanta un nugolo di suonatori di questo strumento da decine di anni (ricordo tra i pionieri nostrani Fabio Rinaudo, Massimo Giuntini e Maurizio Serafini) e nel 2014 il piper Nicola Canovi ed amici hanno fondato I.U.P.A., acronimo di Italian Uilleann Pipers Association che come è facilmente intuibile si è data il compito di divulgare, insegnare ed organizzare scambi “musicali” con i più autorevoli pipers irlandesi.

Novembre sembra quindi davvero essere il mese delle cornamuse (dopo un paio di settimane ad Armagh nell’Ulster si terrà la 26° edizione del William Kennedy Piping Festival) e quindi recarsi nella bellissima Parma per l’evento del 6 è un ottimo inizio; straordinario è l’ospite che Canovi ha invitato e che suonerà anche al WKPF di Armagh, un piper dublinese tra i più interessanti in circolazione e la cui fama ha da tempo oltrepassato i confini irlandesi e continentali: Mick O’Brien. Il suo concerto sarà alle 18:00 presso la Casa della Musica di Parma (Piazzale San Francesco 1), e sarà preceduto alle 17:00 da una interessante lezione sulla storia secolare delle uilleann pipes nella quale è facile immaginare che non mancheranno esempi musicali. Le mattinate del sabato 6 e di domenica 7 novembre saranno dedicate da un workshop tenuto dallo stesso O’Brien presso lo spazio “Leo Van Moric” (Viale Antonio Gramsci, 17/e).

Per partecipare all’evento, che si terrà presso la Casa della Musica è necessario prenotare il posto sulla piattaforma www.vivaticket.com anche se l’ingresso sarà gratuito.