BARRY & LAURA KERR “CASTOR BAY”

AUTOPRODUZIONE. Cd, 2018

di Alessandro Nobis

Nonostante la globalizzazione ed i grandi siti di commercio elettronico diventa sempre più complicato tenersi informati sulle piccole produzioni musicali, spesso di micro etichette se non di vere e proprie autoproduzioni. Così se un tempo era relativamente semplice conoscere l’attività di musicisti ed i relativi lavori grazie a riviste specializzate ed ai negozi che trattavano dischi di importazioni, ora che i negozi sono spariti – o quasi – restano i social network che “comunicano” uscite discografiche di artisti o gruppi; nell’ambito della musica tradizionale irlandese e di area celtica poi questa situazione si amplifica, almeno per noi appassionati del genere.

a3036738453_10Di questo primo e significativo lavoro di Barry e Laura Kerr per esempio ho avuto notizia in modo del tutto casuale appunto su di uno di questi social network,  avendo anche la possibilità di partecipare con una piccola quota al suo finanziamento: disco pubblicato secondo i tempi previsti e consegnato altrettanto puntualmente.

Registrato nel Gaeltacht di Dingle, “Castor Bay” non aggiunge niente di particolarmente nuovo al panorama della valorizzazione della tradizione musicale d’Irlanda ma conferma – e vi pare poco –quanto sia viva la passione delle giovani generazioni verso le radici e la preparazione musicale sempre di livello notevolissimo. Laura Kerr, violinista e Barry Kerr, piper, chitarrista, cantante e suonatore di bozouky sono musicisti di ottimo livello originari della Contea di Armagh con un’invidiabile affiatamento e con una notevole capacità di suonare trattando il materiale tradizionale con grande perizia, freschezza e spontaneità facendo apparire semplice un repertorio invece complesso e variegato con la collaborazione di Trevor Hutchinson e Donogh Hennessy (Lunasa), e di Ryan O’Donnell. Due ballate dalla Contea di Tyrone, nelle restanti tracce tutto l’arsenale delle danze popolari irlandesi: jigs, planxty, reels, marches, due di origine bretone, insomma una festa ascoltare questo “Castor Bay” per chi ama la musica tradizionale. Una boccata di aria pura e fresca in questa calda estate mediterranea.

Laura Kerr e Barry Kerr saranno presenti alla prossima edizione del William Kennedy Piping Festival, ad Armagh, in Irlanda, e non poteva essere altrimenti.

http://www.barrykerr.com

Annunci