McCANDLESS TAYLOR BALDUCCI RABBIA “Evansiana”

DODICILUNE RECORDS Ed365, cd 2017

di Alessandro Nobis

Se c’è un pianista che meglio di altri ha saputo trarre insegnamenti dalla lezione di “Sua Santità” Bill Evans, questi è stato l’inglese di Manchester John Taylor, uno dei pianisti cardine della nascita del jazz inglese “moderno” con Keith Tippett, Howard Riley, Gordon Beck o Chris McGregor per citarne alcuni. Ebbene, dieci mesi prima di andarsene definitivamente quanto prematuramente – il 17 luglio del 2015, durante un concerto ad Angers, in Francia -, entrava in uno studio umbro per registrare quello che poi si rivelerà essere il suo definitivo omaggio al pianista di “Waltz for Debby”; lo faceva in compagnia di Paul McCandless  (sassofono soprano, oboe, clarinetto basso, conosciuto per il suo fondamentale contributo alla melodia del suono degli Oregon) e di una precisa ed affiatata ritmica tutta italiana costituita da Pierluigi Balducci al basso elettrico e Michele Rabbia alla batteria. Questo “Evansiana” è il risultato di questa session, dieci composizioni di cui sette tratte dal songbook del pianista americano e le rimanenti (“Same Other Time” di Bernstein, “Sweet Dulcimer Blue” di Kenny Wheeler e “Blue in Green” di Davis, quest’ultima contenuta naturalmente in uno dei capolavori del trombettista, “Kind of Blues” guarda caso con Evans al pianoforte……..… ma qui eseguita brillantemente dal basso elettrico di Balducci con un delicato accompagnamento della batteria) si inseriscono perfettamente nel progetto; un omaggio dovuto, sincero e mai calligrafico, suonato con il solito pathos da Taylor e da McCandless che qui trovano come detto una ritmica perfettamente a suo agio nel condurre i due in questo percorso. No so se questo quartetto abbia mai conosciuto anche una dimensione “live”, ma se questo fosse avvenuto qualcuno dovrebbe aprire i cassetti e tirar fuori i nastri ………..

Un disco che mi è piaciuto molto e che mi ha dato anche la possibilità di ricordare John Taylor, uomo dalla squisita gentilezza che ebbi il piacere di incontrare in occasione di un paio di concerti che gli avevo organizzato nel veronese.

 

 

3 pensieri su “McCANDLESS TAYLOR BALDUCCI RABBIA “Evansiana”

I commenti sono chiusi.