BILLY BRAGG & JOE HENRY “Shine a Light”

BILLY BRAGG & JOE HENRY “Shine a Light”

BILLY BRAGG & JOE HENRY “SHINE A LIGHT”

Cooking Vynil Records CD, LP, 2016

di Alessandro Nobis

La storia di un hobo che immagina di salire gratis su di un aereo come faceva molti anni prima quando saliva sui vagoni merci dei treni che andavano in California, e quella di un detenuto che immancabilmente ogni sera a mezzanotte percepisce nel dormiveglia il fischio dello “Speciale Passeggeri” che corre a tutto vapore sui binari non lontani dalla prigione immaginando che la notte durante la quale il faro della locomotiva illuminerà la sua cella sarà finalmente e di nuovo un uomo libero. Un canto di un sognatore che non si arrende al progresso e quello di un uomo disperato che sconta la sua pena, due dei tanti canti narrativi che la microstoria ha regalato alla letteratura americana ed due di quelli inseriti in questo “Shine a Light – Field Recordings from the Great American Railroads”, recentissima collaborazione tra l’americano Joe Henry e l’inglese Billy Bragg, che ritengo un piccolo grande capolavoro musicale.billy-bragg-joe-henry-shine-a-light-field-recordings-from-the-american-railroad

Capolavoro non solo per la purezza naturale del suono e per il profondo rispetto e devozione verso il repertorio che lo pervade tutto il disco ma anche per l’idea che sta alla base del progetto, recuperare alcune folksongs dedicate al mondo delle linee ferroviarie americane, vero motore dell’espansione e colonizzazione verso l’oceano Pacifico. Un modo anche per conoscere e dare il giusto risalto agli autori di queste ballate spesso dimenticati ma così importanti nell’evoluzione della musica nordamericana. Come Dave Cutrell che nel 1929 registrò la prima versione audio di “Midnight Special” (citata in apertura) per la Okeh Records o del misconosciuto – almeno da noi – Gordon Lightfoot che scrisse “Early Morning Rain” nel 1964 incisa anche da Peter, Paul and Mary oltre ad essere inserita nella colonna sonora di “Inside Llewyn Davis” dei fratelli Coen.

Un viaggio di 4400 chilometri dalla Union Station di Chicago a quelle omonima di Los Angeles tagliando in due le pianure centrali con sette fermate (tra le quali Tuscon, St. Louis, El Paso): tempo di far scendere e salire i viaggiatori e Billy Bragg con Joe Henry pronti a registrare, negli spazi disponibili, una canzone con due microfoni e due chitarre. Immagino i due provare e riprovare i brani tra una stazione e l’altra, per la gioia dei compagni di viaggio……….

Grande musica. Diventerà un classico.

Naturalmente consiglio la versione LP per la bella copertina, per le note nella busta interna ed  anche perché con il disco viene consegnato un codice per scaricare i files in digitale.

 

 

Annunci