ATLAS “Affinity”

ATLAS “Affinity”

ATLAS “Affinity”

Ropeadope CD, 2016

di Alessandro Nobis

Grazie al crowfunding – ed anche io avuto il piacere di dare un modesto contributo “sulla fiducia” -il chitarrista Cillian Doheny ed il suonatore di concertina Cillian King hanno confezionato questo ottimo CD al quale è “allegato” un DVD con oltre 50 minuti di interessanti e ben girate riprese effettuate durante la registrazione in studio: registrazioni che evidenziano quanto sia stato importante il lavoro di musicisti come Noel Hill per le nuove generazioni, che si sono “armate” di una modernissima pedaliera di tutto rispetto da far invidia ai chitarristi, non per stravolgere il suono di questo piccolo ma difficile strumento ma per aumentarne lo spettro sonoro. Le giovani generazioni ascoltano musiche molto diverse oltre a quella dei maestri della tradizione, e questo aumenta certamente la loro capacità di scrittura ed anche di arrangiamento di musiche lontane anni luce da questa (non dimenticherò mai la versione di “In a Silent Way” di Niall Vallely).

Se state pensando che questa sia musica per specialisti state prendendo un grosso granchio, qui i due Cillian hanno composto, suonato ed arrangiato un’ora di musica godibilissima sia a livello superficiale che profondo, nella quale le radici del mainstream irlandese sono ben visibili ed anche trattate con grande rispetto. Ascoltate la raffinatezza dell’arrangiamento di “One day like this” con il trio d’archi, “Hyperion” con il tempo scandito dalla batteria e la lunga composizione “Fail better” che alterna momenti riflessivi ad altro più vicini alle arie “danzanti” irlandesi.

Per me una vera e bellissima sorpresa, uno dei migliori dischi di musica di area celtica che abbia ascoltato di recente. Bella anche la copertina in puro stile visionario “Roger Dean”.

Il crowfunding ha funzionato, per una volta ho avuto la “vista lunga”.

 

http://www.generationatlas.com/

 

 

Annunci