THE FRIEL SISTERS  “The Friel Sisters”

AUTOPRODUZIONE FRL 001 CD, 2014.

di Alessandro Nobis

Anna, Sheila e Claire Friel sono uno dei tanti esempi di nucleo familiare dedito allo studio ed alla riproposta della tradizione popolare, in questo caso musicale. Di famiglia irlandese del Donegal ma nate in quel di Glasgow, le tre sorelle – ascoltate anche loro al William Kennedy Piping Festival di Armagh – hanno pubblicato questo significativo lavoro d’esordio nel 2014, un’autoproduzione nata dopo anni di sessions, di studi e di passione verso la musica tradizionale. Per me è stata una sorpresa ed anche una novità, e penso di essere nel giusto anche se ve ne parlo dopo qualche settimana di ripetuti ascolti.

Anna canta e suona il flauto, Sheila canta e suona le uillean pipes mentre Claire è la violinista, ed anche lei cantante. Una volta ribadito che se si vuole suonare la musica popolare a certi livelli bisogna avere una preparazione tecnica di grado almeno elevato – e le Friel Sister dimostrano anche dal vivo di averlo, eccome – ascoltando la loro musica è compiere una cavalcata a briglie sciolte nella migliore musica irlandese e la concorrenza dei gruppi giovani, oramai lo sapete, è spietata da quelle parti. In repertorio brani “di famiglia” come “Tir Chaonaill” e “The Blue Hills of Antrim”, belle riletture personali di Bothy Band, Planxty e De Danann, omaggi ai padri come al piper Willie Clancy, al violinista di Sligo Micheal Coleman e “Bunker Hill / The Holy Land / The Pinch of Snuff” dalla raccolta a stampa del 1907 di O’Neill sono le gemme di questo disco.612xkmqni2l-_sl1252_

Nel frattempo ho appreso che le Friel Sisters sono state in Italia per un paio concerti negli scorsi mesi. Averlo saputo prima………

Gran bel disco, peccato solo che il sottoscritto abbia perso 1 diottria nel leggere le note ai brani. Un libretto con le note più leggibili avrebbe fatto meno danni alla mia già debole vista.

Annunci