NICO MORELLI “Un[FOLK]ettable Two”

Cristal Records – Puglia Sounds, 2016. Distribuzione Harmonia Mundi

di Alessandro Nobis

Talentuoso pianista e compositore tarantino, Nico Morelli con questo suo “Un[Folk]ettable Two” – gioco di parole che poco nasconde le sue intenzioni – fa fare un altro passo in avanti al processo di “integrazione” tra gli stilemi della musica afroamericana e quelli della tradizione popolare pugliese, grazie anche all’incontro con l’etnomusicologa Flavia Gervasi. Interazione con la quale molti si sono cimentati con esiti non sempre felicissimi, ma Nico Morelli ha trovato una sua strada originale riuscendo a non far stridere, ma invece ad incrociarsi e compenetrarsi osmoticamente questi linguaggi così diversi. Quattro i brani di tradizione popolare e proprio quello di apertura, una “Tarantella del Gargano”, può essere considerato come il manifesto del progetto “Un[FOLK]ettable”: intro di contrabbasso, ritmo di tarantella che, all’entrata della batteria di Mimmo Campanale si trasforma in jazz con bel solo di pianoforte, un break del tamburello che duetta col piano, melodia di tarantella e conclusione. C’è spazio per i canti narrativi (“Lu Rusciu De Lu Mare” con l’inserimento delle tabla e le voci di Barbara Eramo e Davide Berardi) e vi consiglio anche l’ascolto di “All’Acqua”, tradizionale tramutato sapientemente in jazz. Interessanti anche le composizioni originali, tra le quali ho gradito – molto – la conclusiva ballad “Danza della nebbia”, eseguita in trio con in evidenza il contrabbasso di Camillo Pace.

Non conoscevo Nico Morelli e tantomeno la sua musica, è stata una bella sorpresa avere la possibilità di ascoltare il suo progetto registrato in Italia ma stampato in Francia e distribuito dalla prestigiosa Harmonia Mundi. Mah!

 

Annunci