EVENTI: FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA CHITARRA. Gandino, Val Seriana, Bergamo

EVENTI: FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA CHITARRA. Gandino, Val Seriana, Bergamo

EVENTI: FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA CHITARRA. Gandino, Val Seriana, Bergamo

di Alessandro Nobis

In Val Seriana, nel suggestivo centro storico di Gandino, un tempo ricco di opifici del tessile e che ultimamente ha sofferto della delocalizzazione di alcuni impianti, si terrà nei mesi ottobre e novembre la quinta edizione del prestigioso “Festival Internazionale della Chitarra” organizzato da Gigi Bresciani e dalla sua Geomusic, che da sempre propone anche nella sua terra, la bergamasca, concerti di grande livello sempre in ambienti storici e naturali affascinanti, un modo intelligente di abbinare il paesaggio, l’arte e la storia alla musica di qualità. Da sottolineare inoltre – anche in questa occasione – la proficua collaborazione con l’Amministrazione Comunale e la Pro Loco locali.

14522976_1405906349422727_999928900618293699_nTre gli appuntamenti in programma, a partire da sabato 22 ottobre con l’esibizione solistica di Karl K. Koch, compositore torinese ma residente in Polonia ispirato dalla musica soprattutto russa dei secoli diciannovesimo e ventesimo. Koch racconta con il suo strumento e attraverso le sue composizioni alcuni degli avvenimenti che hanno segnato fortemente la storia russa dal 1848 all’assedio di Stalingrado, ed anche quella dei movimenti indipendentisti che successivamente hanno cercato di contrastare il dominio sovietico nei paesi del Patto di Varsavia. Uno stile molto raffinato ed improntato su quello classico per un chitarrista invero poco conosciuto che ha fin qui pubblicato un solo album (“1939” del 2012). Un autore – compositore da scoprire.14650708_1405746892772006_8080142262803144701_n

L’undici novembre sarà la volta del trio dell’eccezionale mandolinista Carlo Aonzo – ricordo il suo superlativo “Traversata” del 2001 con Beppe Gambetta e David Grisman – con il contrabbassista Luciano Puppo ed il chitarrista Lorenzo Piccone. Sarà l’occasione per la presentazione di “A Mandolin Journey”, recente pubblicazione del trio, un viaggio come recita il titolo tra la tradizione (italiana ma anche sudamericana) ed il jazz fino alla classica (Aonzo è il mandolinista classico più quotato).

Giovedì ventiquattro novembre si chiuderà il Festival con lo straordinario concerto del gruppo inglese “The Strawbs” in versione acustica: Dave Cousins (voce, chitarra e dulcimer), Dave Lambert (chitarra e voce) e Chas Cronk (chitarra). Gli Strawbs – oltre ad essere stato il gruppo che ha ospitato il tastierista Rick Wakemam prima di entrare negli Yes – sono stato l’ensemble che meglio ha saputo coniugare il folk di matrice inglese con il progressive, incidendo alcune pietre miliari di questo genere (“Drangonfly” del 1970 e “Just a Collection of Antiques and Curiuos” del ’71) e restando inoltre inimitati. Discograficamente sempre attivi come band e individualmente (“Progostic” del 2014 con Adam, figlio di Rick Wakeman, e Moving Pictures di Cousins del 2014), dal vivo presentano oltre ad alcuni classici del loro repertorio anche composizioni più recenti, un’occasione per capire come si è evoluto il suono e le composizioni di questa band nel decenni fino ai nostri giorni.

Il programma:

sabato 22 ottobre h 21: KARL K. KOCH. Auditorium “Maconi” c/o Centro Pastorale, Via Bettera

venerdì 11 novembre h 21: CARLO AONZO TRIO. Biblioteca Comunale “Brignone”

giovedì 24 novembre h 21: ACOUSTIC STRAWBS. Biblioteca Comunale “Brignone”. Ingresso € 10

Info e prenotazioni: http://www.geomusic.com 035/732005