GIUSEPPE FINOCCHIARO

“Prospectus”
 – DODICILUNE CD, 2016

di Alessandro Nobis

In un’epoca in cui imperversano con i loro pianoforti ammaliatori, affabulatori e incantatori di serpenti, la musica di questo “Prospectus” del siciliano Giuseppe Finocchiaro – seconda sua produzione per l’etichetta salentina dopo “Incipit” del 2008  – giunge come una ventata di aria fresca nel panorama jazzistico italiano. Senza entrare negli stereotipi della cosiddetta “mediterraneità” mi sembra di dover dire che la prima caratteristica che emerge dall’ascolto è il delicato lirismo con il quale traduce in musica le sue osservazioni visive; un organico ridotto all’essenziale (contrabbasso e tabla, ed un po’ di cajon) che ti fa apprezzare al meglio la capacità di scrittura del pianista e la sua preparazione strumentale. albums“Suspendido a ti” dal sapore argentino nella sua parte strumentale ed anche in quella struggente cantata da Martin Romero che scrive anche il testo, “Espanol” evoca il mondo musicale iberico, “Taranta” con l’archetto del contrabbasso ed il tappeto delle tabla richiama la tradizione della tarantella, la conclusiva ballad “When you feel lonely” in duo con il contrabbasso di Giovanni Arena sono gli episodi che ho apprezzato maggiormente.

Un’altra bella produzione dell’instancabile Dodicilune sempre alla ricerca della qualità, un gran bel disco, intenso, vario, da gustare in tutte le sue molteplici sfaccettature.

P.S. La premiata ditta “Steinway & Sons” ringrazia per l’ottimo uso di una delle sue creature.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...