PEO ALFONSI – SALVATORE MAIORE – “ALMA”

FONE’ JAZZ REC, 2015. CD, LP.

di Alessandro Nobis

Quando persone – e nella fattispecie anche musicisti – si conoscono da molto tempo umanamente e professionalmente, non c’è necessità di lunghe settimane di prove, della ricerca del suono perfetto: si entra in uno studio di registrazione, si fanno partire i nastri e la musica sgorga dalle mani e dalle menti.

Così hanno fatto per questo “Alma” il chitarrista cagliaritano Peo Alfonsi ed il contrabbassista sassarese Salvatore Maiore, che il caso ha voluto entrambi residenti a Verona. In questo caso la registrazione è avvenuta nella cantina medioevale dell’albergo Il Castello a Certaldo, nella più profonda ed ancestrale Toscana: la musica che sentiamo è veramente quella suonata, non ci sono overdubbing o tagli e incollaggi, tutte le note che sentiamo sono quelle suonate, insomma sembra di essere lì a pochi passi da dove Alfonsi e Maiore suonano. Sull’indiscussa bravura dei due amici, sempre a loro agio in ambito prettamente jazzistico ma sempre in grado di misurarsi in generi che definirei “collaterali” non mi soffermerei più di tanto. Le composizioni non sono tutte nuove, ma che importa? Ciò che più conta è l’intimità nella loro esecuzione, l’interscambio tra due “persone” che avviene attraverso la chitarra ed il contrabbasso, tra le loro “Alma(s)”. Le anime appunto.

Un piccolo appunto alla casa discografica, al di là della copertina a mio avviso non felicissima: trentacinque euro per il vinile mi sembra obbiettivamente molto. Non so come la pensiate voi, ma molti se ne approfittano del ritorno del “padellone”.

Annunci

Un pensiero su “PEO ALFONSI & SALVATORE MAIORE “Alma”

I commenti sono chiusi.