ENRICO BREANZA’ SOUNDFUL QUINTET

LA FONTANA AI CILIEGI, SAN PIETRO IN CARIANO (Vr), 30 gennaio 2016

di Alessandro Nobis.

Stavolta gli assenti hanno avuto ragione. Se fossero venuti alla Fontana ai Ciliegi di San Pietro in Cariano, nella Valpolicella veronese, non avrebbero trovato uno straccio di posto per assistere al bel debutto del nuovo progetto del chitarrista compositore Enrico Breanza, il Soundful 5et.

Tutto esaurito quindi per una serata di ottima musica composta appunto dal leader – con l’eccezione di “Time Remembered”,  un doveroso omaggio a Bill Evans – e suonata da Maria Vicentini alla viola da braccio ed al violino, Paola Zannoni al violoncello, Attilio Zanchi al contrabbasso e Andrea Oboe alla batteria, dei quali ho notato per tutta la serata la concentrazione e l’attenzione verso le parti scritte (e la soddisfazione nei loro occhi per la riuscita della serata).

IMG_1065Composizioni scritte ed arrangiate appositamente per questa inedito quintetto vicino al altre appartenenti al repertorio di Breanza: la presenza di tre strumenti ad arco, il suono volutamente orientato verso quello acustico, la bravura degli strumentisti e l’omogeneità dell’ensemble hanno molto piacevolmente  impressionato il numerosissimo pubblico.

Una musica che a mio modesto avviso è riduttivo definirla “jazz”, va oltre questa definizione: sì, ci sono i temi, ci sono i soli sempre misurati ma efficaci, ma c’è dell’altro, le diverse “provenienze” ed “esperienze” artistiche dei cinque musicisti aggiungono colori e sensibilità diverse contribuendo ad un risultato finale davvero corposo, un progetto che può avere uno sviluppo molto, molto interessante. A me sono particolarmente piaciuti la costruzione in due tempi di “The Gap / Snow” e “Basilisko”, brano originariamente composto per duo (Breanza / Marco Pasetto) che acquista un ancora maggior respiro cameristico.

Se volessi giocare al gioco del “se fossi” direi che “se fossi un direttore artistico di un festival jazz non indugerei un secondo ad inserire il Soundful 5et nel cartellone”, e “se fossi un produttore discografico farei subito registrare un bel po’ di musica a questo ensemble”.

Annunci

Un pensiero su “DALLA PICCIONAIA: “Soundful Quintet”

I commenti sono chiusi.